Potere Prostituente

Col rogo di Giordano Bruno, la gente ci si è riscaldata.

  • Blogroll

    • Corrias, Gomez, Travaglio
    • Duemilanovebattute
    • Il Pensiero Scomodo
    • La voce della Lega,  di Rag.Fantozzi
    • Liberazione
    • Partito Sociale

Archive for marzo 2009

Battagliero, o(h) Batacchiero

Posted by BubbleGun su marzo 31, 2009

 

Battagliero                                                                silvio_berlusconi3
un sepolcro al cimitero
ricoperto di lillà
battagliero
uno sguardo ardito e fiero
che rincorre l’aldilà
Non lo salverà dal cero
il fucile mitragliero
n è un manipolo; guerriero
lo potr à resuscitar;
corre in cielo corre in cielo
Oh Battagliero
Battagliero
rispettoso lusinghiero
il giudizio che si dà                                                       prodi_soldato_356
non lo salver à dal cielo
il suo lucido pensiero
disinvolto faccendiero
del potere che verrà
apprendista dell’impero
Oh Battagliero
Battagliero
il serraglio dell’impero
con un limite d’età
Battagliero
un giaccone color nero
marca la diversità
non lo salverà dal cero
il suo lucido pensiero
il furore bandolero
il potere che non ha
aspirante guerrigliero
Oh Battagliero

 

Storica canzone dei CCCP.

Per i più, ai quali potrebbe dar fastidio l’immagine costante nel video, visto che di questi tempi è letteralmente una bestemmia, una mortale offesa, quell’aggettivo sinonimo di ideologie, lotte e valori color sangue, volevo dire: mi dispiace, la prossima volta posto una bambola gonfiabile col volto di Vladimir Ilyich Ulyanov.

E.C

Posted in Attualità, Democrazia, Musica, Politica, Satira, Storia | Leave a Comment »

Nota

Posted by BubbleGun su marzo 29, 2009

Sto attualmente facendo ricerca tramite fonti letterarie ed internet, sulla carriera politica e non, di ministri, segretari e sottosegretari dell’attuale governo in carica, nonchè opposizione.

Chiunque sia interessato ad aiutarmi, con particolari che considera interessanti, mi contatti pure lasciandomi un messaggio qui.

E.C

Posted in Animali, Attualità, Calcio, Cappelli, Chiesa, Democrazia, Diritto, Economia, Politica, Religione, Roghi, Satira, Storia, Uncategorized | Leave a Comment »

D’Alema – Cicchitto e Nastalgio

Posted by BubbleGun su marzo 29, 2009

nastagio-degli-onesti2Qualche sera fa in uno dei tanti programmi demoniaci (“Ballarò”) dell’infernale scatola meccanica, due esponenti politici di rilievo hanno dato vita ad una chicca televisiva paragonabile solo ai duetti delle sorelle Kessler, di Franco e Ciccio e Totò e Peppino.

 

Massimo D’Alema (Pd) e Fabrizio Cicchitto (PdL) hanno avuto una diatriba sul ruolo politico del compianto Bettino Craxi e della intenzione di quest’ultimo di “democratizzare”  l’internazionale socialista, già all’epoca del suo vigoroso e onesto governo, tra un’offesa e l’altra che i due si sono cortesemente rivolti (Comunista, venduto, stai zitto ecc..) mi è sinceramente parso che i nostri abbiano dimenticato qualche piccolo particolare storico..

 

Con i termini Mani pulite è stata designata dai media un’indagine giudiziaria condotta a livello nazionale in Italia durante gli anni Novanta. Dalle indagini emerse una sconvolgente diffusione della corruzione, della concussione e del finanziamento illecito ai partiti ai livelli più alti del mondo politico e finanziario italiano detta Tangentopoli. Furono coinvolti ministri, deputati, senatori, imprenditori, perfino ex presidenti del Consiglio.

Partiti storici come la Democrazia Cristiana, il Partito Socialista Italiano, il PSDI, il PLI, il PRI sparirono o furono fortemente ridimensionati (?), tanto da parlare di un passaggio fra la Prima Repubblica e la Seconda Repubblica.

5000 persone inquisite, 1254 condanne, mazzette, rapporti con la mafia e chi più ne ha più ne metta, taluni sono ancora lì vivi e vegeti a decidere delle sorti dei governi e dell’Italia, altri, come Craxi sono invece tristemente spariti dalla scena fino alla morte.

Questa democratizzazione forzata, questa desiderabilità sociale che volge continuamente verso il capitalismo malato, questa continua voglia sessuale di sicurezza e grande fratello, questa voglia di P2 e di costruirci le ville abusive e di dire che il lavoro nobilita l’uomo solo che a me fa schifo, porta a riesumare cavalli di battaglia di antichi condottieri di fine anni ’80, dimenticando molto spesso il reale motivo per cui si riempirono di gloria.

Allora riesumiamo il pensiero di Mussolini, di Stalin, di Franco, e perchè no di Hitler, il quale generosamente risollevò la Germania dalla disoccupazione e inflazione in cui si trovava alla fine della Prima guerra mondiale.

Viva il Re Borbone!

(Quadro di Botticelli “Nastalgio degli onesti 2”)

E.C

Posted in Attualità, Democrazia, Economia, Politica, Satira, Storia | Leave a Comment »

Il testamento bio-ideologico e la disfatta dei lumi

Posted by BubbleGun su marzo 27, 2009

image002

Il testamento biologico e’ un documento scritto per garantire il rispetto della propria volonta’ in materia di trattamento medico (somministrazione di farmaci, sostentamento vitale, rianimazione, etc.) anche quando non si e’ in grado di comunicarla, sarebbe importante compilarlo per questi motivi:
* il medico ha un grande potere discrezionale nella somministrazione delle cure (dosaggio dei farmaci, valutazione sull’opportunita’ di interventi chirurgici, ecc.). Il testamento biologico puo’ aiutare -anche se non obbligare- il medico a rispettare la volonta’ del paziente;
* il diritto all’autodeterminazione e’ sancito dalla Costituzione italiana. Prima o poi, il legislatore affermera’ questo diritto anche per coloro che sono momentaneamente incapaci di esprimere la propria volonta’. Quando cio’ accadra’, nella malaugurata ipotesi di sopraggiunta incapacita’ di comunicare, il testamento biologico potra’ dare maggiori garanzie di rispetto della propria volonta’

evoluzioneinvoluzione 

E’ in discussione al senato un ddl messo a punto dal relatore Raffaele Calabrò (Pdl) che si sviluppa su queste coordinate:

– Pieno rispetto del diritto positivo e in primis della Costituzione italiana” di “riaffermare il valore inviolabile dell’indisponibilità della vita”. Il soggetto, nella Dat “non può in alcun modo esprimere desideri che siano contrari alle norme giuridiche vigenti nel nostro paese, chiedendo e ottenendo interventi eutanasici o che possano configurarsi come suicidio assistito”.

– Come riferimento della legge si cita la Convenzione di Oviedo, “che sancisce che nel caso il paziente non sia in grado di esprimere i propri desideri”, si debba tenere conto “di quelli espressi precedentemente”, principio, si sottolinea, “già recepito dal Codice di deontologia medica italiano”. Secondo questo principio, “il medico, anche se su richiesta del malato, non deve effettuare o favorire trattamenti diretti a provocarne la morte”

 

129

Notoriamente, il diritto positivo, afferma l’esistenza di un diritto naturale, cioè di un insieme di norme di comportamento dedotte dalla “natura” e conoscibili dall’essere umano.

Qui per natura, intendiamo l’Essere superiore, e quindi le leggi arrivano agli uomini direttamente dalla Chiesa.

Prepariamoci tutti insieme a bruciare dai manuali di Storia, due secoli di Lumi e la Rivoluzione francese, inoltre offriamo tutti la nostra dignità allo Stato, per stemperare la crisi, come in epoca fascista tutti offrirono la propria fede nuziale per la nobile causa di allora (guerra).

In merito si stanno preparando nuove bozze di leggi.

 

 

( Quadro di Jacques-louis Davis “Morte di Socrate”)

(Foto che ritrae Benito Mussolini, “consegna delle fedi nuziali”)

E.C

 

Posted in Attualità, Chiesa, Diritto, Politica, Religione, Satira, Storia | Leave a Comment »

Il cappellaio matto

Posted by BubbleGun su marzo 25, 2009

 

berlusconi20cappelli2

Immagine 1 (in alto a sx): Modello tranviere nonché capostazione e capotreno, volendo anche controllore, munito di sorriso e penna placcata in oro per le multe.

 

Immagine 2: Modello Grisù draghetto pompiere (ma in questo caso venditore di fumo)

 

Immagine 3: Modello operaio metalmeccanico “Mimì metallurgico ferito nell’onore” (perché si rifiuta di votare per un mafioso..)

 

Immagine 4: Modello Cecco, il nipote del fornaio Antonello, con il culo basso e l’alito tipo fogne di Calcutta (Fantozzi contro tutti ndr.)

 

Immagine 5: Modello Papa ad una campagna pro-preservativi, in veste laica, con tanto di sorriso beffardo del tipo “parla tu, che poi con le tue carni bruciate mi riscaldo per bene

 

Immagine 6: Modello Joe il “biondo” con tanto di musica di Ennio Morricone in sottofondo, (Per un pugno di dollari ndr.) nella parte del “cattivo” ci vedo bene invece Massimo D’Alema (andatevi a guardare la foto)

 

Immagine 7: Modello orso Yoghi stalinista (qui Bubu è senz’altro Brunetta date le caratteristiche fisiche)

 

Immagine 8: Modello “Amici” di Maria De Filippi, alias ballerino di Flamenco, alias alias Michael Jackson tra una decolorata e l’altra.

 

 

P.s. Per sfuggire alla crisi, sto considerando l’idea di aprire un negozio di cappelli.

E.C

 

 

Posted in Animali, Attualità, Cappelli, Economia, Politica, Satira | Leave a Comment »

Calciatori su scale mobili e inflazione.

Posted by BubbleGun su marzo 23, 2009

micheal-van-den-bogaardIn ambito economico il termine inflazione (dal latino inflatio-onis = gonfiore) indica propriamente un incremento della quantità di moneta circolante.

Vi sono diverse possibili cause dell’inflazione. L’aumento dell’offerta di moneta superiore alla domanda, stimolando la domanda di beni e servizi e gli investimenti, è unanimemente considerata dagli economisti una causa dell’aumento dei prezzi nel lungo periodo. Altre cause sono l’aumento dei prezzi dei beni importati, l’aumento del costo dei fattori produttivi e dei beni intermedi, in seguito all’aumento della domanda o per altre ragioni.

In parole povere, un eccesso di stampa di moneta da parte dello Stato, produce inflazione, quindi meno denaro circolante vi è in giro, tanto maggiore è il suo valore.

 

Alcuni casi di inflazione:

 

La Germania del 1922 fu colpita dalla cosiddetta iperinflazione, la grande inflazione che la mise in ginocchio provocando disoccupazione, fame e un clima di grave instabilità politica e sociale. Ci furono mesi durante i quali occorrevano miliardi di marchi anche per comprare il pane.

Pensate che un quotidiano passò a costare in 2 anni, da 0,3 marchi a 10 milioni di marchi, questo ovviamente fu una delle cause principali dell’ascesa al potere del nazional-socialismo.

 

In America latina (Argentina soprattutto) si è soggetti a quotidiani ed improvvisi sbalzi di inflazione, pensate che il valore dei fondi depositati in banca potrebbe scendere del tot% da un giorno all’altro, per intenderci un deposito di 20 mila euro, domani potrebbe valere 20 euro.

 

In Italia il calciatore dell’Internazionale di Milano nonché astuto storico, economista e studioso dell’inflazione mondiale, Zlatan Ibrahimovic, ha pensato bene di chiedere sotto mentite spoglie, un aumento di stipendio da 5 milioni di euro a tot, minacciando di lasciare a fine stagione la propria squadra.

E’ questo un raro esempio di come lo studio, l’informazione accurata e quotidiana degli eventi, nonché una spiccata sensibilità verso il sociale (pare anche sensibilità filantropica..) giovino al proprio caso, ma prima ancora, al benessere nazionale nonché mondiale.

 

Sempre in Italia, l’operaio N.P di una nota industria locale (siamo in Campania), ha osato chiedere un piccolo aumento di salario, date le innumerevoli mansioni alternative a cui va spesso incontro.

Come risposta, gli è stata regalata una cassa integrazione, gentile omaggio della ditta, che come si vede ha autonomamente reintrodotto la scala mobile.

 

(foto di Micheal Van den Boogard) 

E.C

Posted in Attualità, Calcio, Economia, Politica, Satira, Storia | Leave a Comment »

Chi c’è, c’è. Chi non c’è, c’è. Manifesto dell’identità perduta

Posted by BubbleGun su marzo 21, 2009

maschera9xkUno spettro si aggira per l’Europa: lo spettro dell’identità. Tutte le potenze della vecchia Europa si sono coalizzate in una sacra caccia alle streghe contro questo spettro: il papa e i governi, il PDL e Alleanza Nazionale( i neofascisti e il popolo delle libertà), la Lega, gli immigrati, il Pd e persino Dio, radicali francesi, guardie del corpo di Carla Bruni, Biancaneve e il ministro Brunetta che si chiede a quale dei 7 nani rubare il posto, giusto per non esser considerato fannullone.

Dov’è il partito di opposizione che non sia stato bollato  identitario dai suoi avversari al governo, dove il partito di opposizione che non abbia ritorto l’infamante accusa di usare il preservativo sia contro gli esponenti più progressisti(evidentemente transessuali) dell’opposizione che contro i suoi avversari reazionari ( evidentemente omosessuali repressi)?

Di qui due conseguenze.

L’identità viene ormai riconosciuta da tutte le potenze europee come una potenza, tanto più che la produzione e vendita di manganelli per rivendicarla, si è quadruplicata (altro che crisi).

È gran tempo che gli esponenti del Vaticano, divulghino apertamente in tutto il mondo la loro prospettiva, i loro scopi, le loro tendenze(?), e oppongano allo spettro della crisi, una nuova marca adatta alle misure dei nani, e chissà che non si incentivi l’economia, risollevando la nazione.

(N.B ogni riferimento è puramente voluto e cercato)

Alla prossima puntata.

E.C

Posted in Animali, Chiesa, Politica, Religione, Roghi, Satira, Storia | Leave a Comment »

Le cause dei roghi, ovvero la teoria del freddo.

Posted by BubbleGun su marzo 20, 2009

La morte sul rogo è una forma di condanna capitale, utilizzata nei secoli passati in tutto il mondo. Il rogo è spesso associato ai condannati per stregoneria, eresia e di sodomia.

Il condannato veniva solitamente legato ad un palo, sotto ed intorno al quale venivano posti abbondanti fasci di legname a cui veniva dato fuoco. La morte sopraggiungeva per gravissime ustioni prodotte al corpo, se il fuoco era rapido, e per il successivo annerimento della carne fino a ridurre in cenere il martirizzato. Se il fuoco era lento, invece, prima che il fuoco potesse giungere a dilaniare le carni si poteva morire per asfissia oppure per arresto cardiocircolatorio, quindi l’orrore della bruciatura poteva far fuoriuscire tutto il sangue e morire quindi completamente dissanguati.

 

Tra le personalità di spicco giustiziate tramite questo supplizio possiamo ricordare Jacques de Molay (1314), Jan Hus (1415), Giovanna D’Arco (1431) e Giordano Bruno (1600).

 

 

giordano_bruno_rogo

 

Ebbene, la storia ci insegna che il medioevo nonché tardo-medioevo, fu epoca di regni incontaminati guidati da regimi assolutistici che tendevano ad incarnare il Sovrano in Dio, o eletto direttamente dall’Onnipotente, con il beneplacito quasi ovunque, della Santa Romana Chiesa.

 

Appare ovvio e scontato come l’onnipotente sovrano e la Santa, volessero il bene del popolo, in particolare nei freddi e rigidi inverni, ed ecco che in mancanza di legna da ardere (già, veniva tutta sequestrata per i roghi), e con le misere abitazioni di cui il popolo disponeva, la geniale trovata stava nel bruciare vivi e nudi i corpi di molteplici, richiamare il popolo ad assistervi e nutrirsi con il piacevole tepore che solo le carni bruciate di un eretico, potevano recare.

E.C

 

Posted in Politica, Roghi, Satira, Storia | Leave a Comment »