Potere Prostituente

Col rogo di Giordano Bruno, la gente ci si è riscaldata.

  • Blogroll

    • Corrias, Gomez, Travaglio
    • Duemilanovebattute
    • Il Pensiero Scomodo
    • La voce della Lega,  di Rag.Fantozzi
    • Liberazione
    • Partito Sociale

Archive for the ‘Chiesa’ Category

Paura ed attesa: la società del minimo

Posted by BubbleGun su luglio 26, 2010

Osservando la società: questo amalgama di persone individualiste in continuo movimento dettato dalla frenesia del fare, ci si accorge che in realtà questa è un corpo sociale che va al minimo, affetto da stanchezza cronica o da invecchiamento precoce. Le cause di ciò, sono sotto gli occhi di tutti: come è normalità scendere ogni mattina per andare a lavoro – per chi ancora se lo può permettere – , ecco, la paura è diventata a sua volta “normale”. Essa è una delle cause della società al minimo, di società che ha paura, che è spaventata. E la paura, è un meccanismo di difesa che si attiva con la percezione di un rischio. Essa è difensiva in quanto mette in moto un sensore che pone in guardia, che dispone a difendersi; ma se si attiva su un organismo che non può reagire, la paura fa paura. Da qui la tendenza alla costruzione di società immobili e passive da parte dei regimi fondati sulla teologia prima, monarchici poi, totalitari ed autoritari del XX secolo. Vivere costantemente nella paura significa ridurre creatività ed iniziativa: un impiegato impaurito eseguirà perfettamente ciò che gli è stato chiesto, e, se gli venisse in mente di stravolgere con un’idea innovativa il suo quotidiano lavoro, non la applicherà mai in quanto ciò metterebbe in crisi la sua posizione. Da ciò deriva il passivismo e minimalismo nei luoghi di lavoro, non fare nulla che non sia richiesto in quanto potrebbe essere pericoloso alla funzione del lavoro già di per sé in pericolo. Ecco un’altra richiesta di passivismo ed è paradossale come nella società del lavoro flessibile, ciò sia più visibile che nelle grandi società dal lavoro “meccanicizzato”, caratterizzate però da legame sociale e cooperativo tra i lavoratori. Come un corpo sociale che fa cose ordinarie e non si pone nemmeno il problema delle innovazioni e delle trasformazioni, per evitare rischi si preoccupa del peggio, non dello straordinario.
Oltre al tema della paura, ciò che ci riconduce al tema della società del minimo è l’attesa. Un’attesa che inevitabilmente si riconduce al quotidiano: attendere risposte ad un sms, attendere i saldi per comprare a prezzi stracciati ecc. ecc. E’ ancora una volta paradossale notare come nella società dell’attesa, si tenda ad eliminare il futuro. Poiché si vive nell’incertezza del domani, non si riesce ad immaginarsi proiettati oltre il presente, ed allora qual rimedio migliore che eliminare ciò che verrà? In quest’ottica il futuro è presentizzato: è nelle merci, è nel desiderio di ottenere immediatamente ciò che ti piace, è vivere come se il mondo terminasse tra un attimo. Ciò ha terribili ripercussioni sul presente però: non si fanno più progetti, si tagliano i fondi alla ricerca e alla cultura per salvaguardare l’immediato e tutto si riduce ad un film già visto, un’operatività stanca e regolare ma che è in debito d’ossigeno.
In una società al minimo, se qualcosa si muove è per il superfluo o per l’inutile: mentre l’economia mondiale boccheggia, si discute della modifica della Costituzione. E’come se ad un paziente in fin di vita, si chiedesse l’intervento di un dentista per curare il morale cariato. Nella società al minimo anche la morale religiosa è al minimo: forse a questa società serve un Cristo minore, meno rivoluzionario, un Cristo al minimo. Forse anche le società hanno bisogno di governi del minimo ed è per questo che si scelgono i più disastrosi e pessimi uomini-guida. Forse è proprio la condizione dell’uomo che è al minimo. Lo si nota nella reazione alla paura: essa può produrre 2 modi di agire, violenza e fuga. E’evidente come nella società al minimo trionfi la fuga, una fuga che non è motoria ma psicologica. Una fuga che tende ad immobilizzare: si diventa passivi e non si percepiscono più le cose utili, ci si chiude in se stessi e non si ha più la volontà né di lottare, né di ribellarsi contro l’ingiustizia. Allora si finisce con l’accettare ciò che garantisce meno cambiamento, in quanto il cambiamento è paura, e la società del minimo non vuole cambiamento.


Approfondimento ad un articolo di V. Andreolli

Enzo Castaldi

Annunci

Posted in Attualità, Chiesa, Cultura, Democrazia, Diritto, Novità, Politica, Religione, Storia | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Natale siete tutti più buoni?

Posted by BubbleGun su dicembre 24, 2009

Da Pensiero Scomodo di Dicembre (Editoriale)

Com’era quella favola che spesso ci ripetevano in passato? Ah si: “A Natale siamo tutti più buoni”, beh mai come stavolta suona oltremodo bene. Probabilmente si sentiranno più buoni i soliti comunisti dopo la maestosa manifestazione del 5 Dicembre in quel di Roma, a cui noi tutti (Associazione e Rifondazione Comunista “A.Gramsci” di Battipaglia) abbiamo preso parte. Confesso le mie iniziali perplessità su un evento che ha avuto nel nostro Premier l’unico bersaglio (benché lecito); perché focalizzare ancor di più l’attenzione su di lui, perché renderlo ancor più vittima? Perché aggregarci ai dipietristi finti sinistroidi? C’erano e ci sono ahimè problemi ben più gravi, di cui tuttavia non intendo parlare in questa sede, ma ammetto che i miei dubbi si sono completamente placati alla vista di quel rosso che malgrado i tempi che corrono, continua ad infiammarmi. Mi è servito, mi ha reso consapevole che forse, la voglia di riemergere e di farci vedere è ancora ben viva in noi, ed ho capito che il senso della manifestazione per noi comunisti, è stato in primis combattere la campagna di demonizzazione e oscurantismo di cui siamo vittime! Quindi un augurio speciale e laico a voi Compagni e Compagne, rara è la vostra capacità di rigenerazione, degna in modo tale da lasciar sbigottiti. Probabilmente si sentirà più buono il nostro Premier, pronto anzi prontissimo a recarsi in carcere per perdonare il suo aggressore, quel tal Tartaglia, come il suo maestro Papa Giovanni Paolo II fece con Ali Agca tempo addietro. Probabilmente si sentirà più buono lo stesso Tartaglia, ma non Di Pietro, il quale stanco del suo primato di cerebroleso ha tentato di far spaccare la testa all’uomo più vicino a lui mentalmente, peccato che il killer selezionato abbia sbagliato mira. Probabilmente si sentiranno più buoni gli insegnanti, gli alunni e i genitori degli alunni della Scuola “Fiorentino” di Battipaglia dopo l’incontro con il novello Sindaco battipagliese ed il suo fido scudiero Sancio Panza. Probabilmente si sentirà più buono lo stesso Sindaco di Battipaglia, anzi più caldo, riparato dai nuovi assessori usati come coperta termica e riscaldato dalla legna ricavata dal taglio dei pini di Piazza Aldo Moro e del “Centro Sociale”. Auguri!

Enzo Castaldi

Posted in Animali, Chiesa, Cultura, Democrazia, Diritto, Novità, Partitocrazia, Politica, Religione, Satira, Storia | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per uno che cade, tanti se ne innalzano

Posted by BubbleGun su novembre 22, 2009

Dalla rubrica “Soggiocando” su Pensiero Scomodo

Ci sono località che mai diventerebbero note se non fosse per gli scempi che vi si compiono e per i muri che si ergono. Probabilmente San Nicola Varco, sarebbe rimasta una semplice striscia di terra del comune di Eboli, nota solo ai residenti o vicini, oppure sarebbe diventata nota per un maestoso centro commerciale che vi sorgerà presumibilmente a breve; fatto stà che è saltata alla ribalta in queste settimane, per lo sgombero forzato delle centinaia di immigrati che vi sostavano; costoro si ritrovano ora a girovagare per la piana del sele o in chissà quale altra zona del mondo (molti di loro sono stati fermati dalle forze dell’ordine), senza una meta, cercando ancora una volta di prestare le braccia sempre più deboli, alla nostra agricoltura. Ecco, nel ventesimo anno dalla caduta del Muro di Berlino che secondo tanti ha segnato la svolta verso la libertà, sempre ed incessantemente nuovi muri si innalzano impetuosi: sono i muri della ghettizzazione e della mercificazione dell’altro, dell’invidia, della prepotenza e dell’anticultura, il muro dell’individualismo forzato e del qualunquismo, governa e governerà indisturbato per decine e decine di anni ancora grazie a noi tutti, lettori e non lettori. Merita un forte applauso il Sindaco di Sicignano degli Alburni, Alfonso Amato, il quale ha messo a disposizione dei migranti per qualche notte, un vecchio convento dei Padri salesiani, mentre non una parola di solidarietà (figuriamoci asilo) dai Sindaci democristiani di Battipaglia, di Pontecagnano, e della stessa Eboli, i quali dovrebbero rappresentare e a nostro modo ben rappresentano, l’opinione pubblica delle città nelle quali sono in carica. Una domanda, e se costoro avessero avuto diritto di voto? Probabilmente si sarebbero aperte le porte comunali. Altro grande muro che il capitale faceva fatica a costruire, lo sta preparando mattone per mattone il governo italiano negli acquedotti comunali, ma per questo vi rimando all’articolo di Gianluca Amoroso, ben sicuri che voi lottiate ogni giorno contro gli invisibili muri che si creano nel vostro immaginario.

 

Enzo Castaldi

Posted in Attualità, Chiesa, Cultura, Democrazia, Diritto, Politica | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Perdonate..

Posted by BubbleGun su settembre 4, 2009

Di nuovo la mia prolungata ed augustea (go) mancanza di pensiero. L’elaborazione è viva e vegeta ed in riassestamento, così come i conti in tasca. Un saluto affettuoso ai lettori e curiosi di Pensiero Scomodo, ritardiamo l’uscita di 15 giorni causa mercatino del libro usato (anzi veniteci a trovare) purtroppo però non ci sono nè escort nè ragazze che mostrano il sedere ballando finchè la barca va, solo talune/i che credono di offrire un’opportunità in più ad una popolazione che magari neanche la merita. Beata testardaggine.

Posted in Animali, Attualità, Calcio, Cappelli, Chiesa, Cinema, Clientelismo, Cultura, Democrazia, Diritto, Economia, Europee 2009, Musica, Nato, Novità, Partitocrazia, Politica, Religione, Satira, Storia, Televisione | Leave a Comment »

Scomuniche e assoluzioni

Posted by BubbleGun su agosto 9, 2009


La Santa Chiesa perdona invece i leghisti e i cocainomani, coloro che spendono 12mila euro per una serata in Sardegna e coloro che dicono le bugie senza che gli debba crescere per forza il naso.. Coloro che picchiano gli immigrati e i medici che si rifiutano di somministrare la ru486, coloro che si organizzano in ronde senza l’olio santo, le veline(perchè è il mestiere più antico del mondo), e coloro che partono per le vacanze con il camper placcato in oro e lo yatch con il lampeggiante delle auto blu, tanto per farsi notare da Briatore e D’Alema in Sardegna, perchè siamo un paese di ricchi e narcisisti.

 

Enzo Castaldi

Posted in Attualità, Chiesa, Democrazia, Novità, Partitocrazia, Politica, Religione, Roghi, Satira | Contrassegnato da tag: , | 2 Comments »

Il ritorno del figliuol prodigo

Posted by BubbleGun su luglio 18, 2009

C’è una cosa che accomuna l’epico personaggio dell’araba fenice ad alcuni dei personaggi di spicco della politica e dello spettacolo italiano: il ritorno dalle ceneri, quando i più pensavano di averli dimenticati, sepolti, per sempre. Come nei più bei romanzi d’amore, o film americani del secolo scorso(?) l’amato/a ricompare dal nulla, dopo le numerose pene dovute all’allontanamento forzato e vissero per sempre felici e contenti. Anche mamma Rai non contenta del tg1 e della diretta 24 ore su 24 del G8, ha pensato al colpo di scena, ricondurre a casa la pecorella smarrita dopo anni di esilio forzato (e senza mandare via gli insetti volanti) Il Barone Maurizio Costanzo degli Ulivi nel 2010 tornerà in Rai per concludere la sua carriera, con un programma in prima serata, un nuovo format con cui “superare il talk show di costume” e i reality, dal titolo “Ognuno ha la sua storia”, il pubblico che fedelmente continua a pagare il canone per vedere la Ventura e Dj Francesco, è ben pronto a riaccoglierlo a braccia aperte, consapevole anche del fatto che il dongiovanni romano nel frattempo si è anche ammogliato con il beneplacito della Chiesa e dell’opinione pubblica, e pazienza se la compagna ha più virtù fisiche e peli sul petto di lui.

 

Enzo Castaldi

Posted in Attualità, Chiesa, Cultura, Democrazia, Novità, Politica, Religione, Satira, Televisione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rettifica:

Posted by BubbleGun su luglio 6, 2009

Mi scuso con tutti i miei cari ed appassionati amici e lettori o semplici simpatizzanti, o anche con chi mi odia, per la prolungata assenza di articoli, ma cause di forza maggiore (esami e tesi) mi impongono assenza di pensiero e tempo.

Ritornerò presto e più agguerrito che mai, postando anche articoli da una rubrica di un periodico per cui scrivo, dal titolo “Soggiocando”.

 

Enzo Castaldi

Posted in Animali, Attualità, Calcio, Cappelli, Chiesa, Cinema, Clientelismo, Cultura, Democrazia, Diritto, Economia, Musica, Nato, Novità, Partitocrazia, Politica, Religione, Roghi, Ronde, Satira, Storia, Televisione | 1 Comment »

Il Bagaglino al Parlamento Europeo

Posted by BubbleGun su aprile 28, 2009

cavour26E’notizia ufficiale, il Bagaglino è stato tagliato da Canale 5 causa ascolti risicati e per l’occasione si è ipotizzato un trasferimento in massa dalla rete TV al parlamento europeo.

 Berlusconi, ricorderete che un anno fa voleva abolire le preferenze anche alle elezioni europee perché poi c’era il rischio che qualche candidato, magari non voluto da lui, passasse davanti a quelli voluti da lui, che spesso sono in grado di essere eletti soltanto quando non c’è nessun altro intorno. Infatti lui disse “voglio che in Europa ci vada gente altamente qualificata e che in tutte le commissioni ci siano professionisti di ciascuna materia”. Vediamo da prime indiscrezioni cosa intendeva con gente altamente qualificata: le gemelle De Vivo reduci da L’isola dei famosi già ricevute a Palazzo Grazioli o Palazzo Chigi, Barbara Matera, già letteronza a Mai dire domenica e comparsa nella serie Carabinieri, Angela Sozio, che nel curriculum può vantare alcune giornate trascorse a Il grande fratello e alcune ore trascorse nella villa Certosa sulle ginocchia o nei paraggi del Presidente del Consiglio, Camilla Ferranti, reduce da Incantesimo ma anche, questo è importante perché c’è un suo perché, sorella di un Consigliere comunale di Forza Italia a Terni, Eleonora Gaggioli che ha partecipato alle serie televisive Don Matteo e Elisa di Rivombrosa e quindi anche lei ovviamente ha diritto a un posto, sono proprio candidate di diritto al Parlamento europeo. Ecco almeno il PDL ha cercato realmente di svecchiare e di dare più spazio alle donne, basta essere dunque letterina o velina o passare una giornata ad Arcore per entrare nelle piene competenze attinenti alla carica di parlamentare europeo, se invece non sai ballare ma sai ragionare, il tuo posto è altrove, in luoghi imprecisati.

Non hanno invece tentato lo svecchiamento il PD e l’UDC, il PD candida Luigi Berlinguer, l’UDC candida invece nientemeno che udite udite CIRIACO DE MITA, esatto proprio lui, insieme a Vittorio Sgarbi che si fa portavoce di un partito che richiama la “famiglia tipo”come valore fondamentale, quando lui sappiamo tutti cosa pensa della famiglia.. La novità sta nel fatto che si offrono per una candidatura anche Pippo Baudo, Mike Bongiorno, Totò Riina, Silvana Pampanini, e la cantante Arisa che in quanto ad acume intellettuale di certo non scarseggia. Tutto ciò sempre per svecchiare la politica e mettere al posto giusto le persone competenti.

* In foto: partecipanti al congresso di Parigi del 1856 (primo a sx Camillo Benso Conte di Cavour)

 

Enzo Castaldi

Posted in Attualità, Chiesa, Cultura, Democrazia, Diritto, Economia, Novità, Partitocrazia, Politica, Satira, Storia, Televisione | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La “sfiga” siamo noi

Posted by BubbleGun su aprile 23, 2009

Un gradito ritorno ieri notte su Rai 2, le interviste sul ring di 12° round.
La trasmissione fu sospesa, dopo lunghe polemiche, per un’intervista mai trasmessa con Alessandra Mussolini alla vigilia del suo annuncio di presentarsi alle Regionali per il Lazio, probabilmente in merito alla decisione di candidarsi per rifondazione comunista.
Proprio in merito ai comunisti, particolare attenzione mi ha destato l’intervista all’attore Massimo Ghini, ex militante del Pci, poi Ds, ora Pd (sembra un percorso fatto a ostacoli, che parte con una scalata e arriva in discesa, peccato però che i freni non funzionino..), il quale anche non rinnegando come tanti altri il suo passato comunista, si è categoricamente definito un liberale e alle ripetute domande sul suo passato politico, ha cominciato ad accusare i colpi, evidentemente sentendosi ripetere spesso quella assurda parola, il suo fisico cominciava a non reggere più.
Qualcuno ignaro dei fatti magari penserebbe: “ma cos’hanno mai fatto questi comunisti in Italia? Perché tutti hanno timore nel nominarli (anche coloro che in passato lo erano), perché il nano di Arcore li demonizza continuamente?”
Una spiegazione cè: sono portatori/trici di sfiga.
E’ questo il motivo per cui sono stati spesso mandati in esilio, fucilati, costretti a nascondersi ecc..
Altro che sovversivismo, altro che rivoluzione, altro che liberazione d’Italia, altro che Carlo Marx e sfruttamento, tremende catastrofi si abbattono su chi pronuncia quella parola, o su chi osa parlare con uno di loro, peggio nel definirsi tale! Allora facciamo come se non fossero mai esistiti..

E.C

Posted in Attualità, Chiesa, Cultura, Democrazia, Economia, Partitocrazia, Politica, Satira, Sfiga, Storia | Leave a Comment »

Bertolaso, il “dittatore dei cataclismi”

Posted by BubbleGun su aprile 13, 2009

E pensare che ci sono scienziati che studiano come riprodurre gli individui (cloni ndr.).

Abbiamo avuto e continuiamo ad avere sotto gli occhi sia su carta stampata che ora anche in televisione, il clone anzi la reincarnazione dei più grandi condottieri morali dei secoli passati, e che giustamente si pone come il nuovo che avanza. A coloro che avessero sentito il suo nome solo ultimamente, dopo la catastrofe in Abruzzo, vorrei ricordare qualcosa:

 

Guido Bertolaso (Roma, 20 marzo 1950) è un funzionario e medico italiano, dal 2001 direttore del dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e dal 21 maggio 2008 sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’Emergenza rifiuti di Napoli nel IV Governo Berlusconi.

Nell’ottobre 2006, Bertolaso è stato nominato dall’allora governo Prodi Commissario straordinario per l’emergenza rifiuti in Campania[2], incarico che lascerà il 7 luglio 2007, dopo numerose polemiche, soprattutto a causa della volontà di aprire una discarica a Valle Masseria, nel Comune di Serre, a ridosso di un’Oasi del Wwf.

Nel 2007 è Commissario delegato per l’emergenza incendi boschivi( giustamente per la sua mania di aprire discariche vicino alle oasi e foreste) mentre, nel 2008, durante il primo Consiglio dei Ministri del Governo Berlusconi IV, viene nominato Sottosegretario ai rifiuti, tornando così ad occuparsi dell’emergenza campana.

Il 4 febbraio 2009 si è appresa la notizia che risulta indagato nell’inchiesta denominata “Rompiballe”, uno dei filoni d’indagine più complessi sul disastro rifiuti a Napoli, con l’accusa di concorso in truffa per lo smaltimento dei rifiuti.

 Il 6 aprile 2009 viene nominato Commissario Straordinario per l’Emergenza nella gestione del dopo terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo nella notte, causando centinaia di vittime.

Ora, se un semplice medico nonché iracondo, può arrivare ad attirarsi le simpatie sia da destra che da sinistra, un motivo ci sarà.

Se un semplice medico, da anni è “dittatore dei cataclismi e dei grandi eventi” un motivo ci sarà.

Ebbene, io credo abbia dei poteri paranormali, ed è qui che mi spiego anche il feroce accanimento contro Giuliani, il quale aveva osato prevedere il terremoto prima di lui. D’altronde se ci pensate bene, una persona che ricopre tante cariche importanti, e va comunque soggetta a tante inchieste e polemiche, per essere ancora presente, deve per forza avere poteri paranormali!

Il bello è che gli incarichi sono sempre più importanti.

Il particolare potere evidentemente consiste anche nell’attirarsi le simpatie delle più alte cariche istituzionali, l’Uomo della “provvidenza” non si può criticare, manco fosse Gesù Cristo, o forse si, solo che invece di  scendere dal cielo, è sceso dalla monnezza di Napoli, visto che siamo un paese di maghi..

Enzo Castaldi

Posted in Attualità, Chiesa, Cultura, Economia, Novità, Partitocrazia, Politica, Religione, Satira, Storia, Televisione, Terremoto Abruzzo | Leave a Comment »