Potere Prostituente

Col rogo di Giordano Bruno, la gente ci si è riscaldata.

  • Blogroll

    • Corrias, Gomez, Travaglio
    • Duemilanovebattute
    • Il Pensiero Scomodo
    • La voce della Lega,  di Rag.Fantozzi
    • Liberazione
    • Partito Sociale

Archive for the ‘Roghi’ Category

Sfrattati e sfruttati: il dramma di San Nicola Varco

Posted by BubbleGun su novembre 12, 2009

Ci sono località che mai diventerebbero note se non fosse per gli scempi che vi si compiono. E’accaduto con CastelVolturno in passato ed oggi con San Nicola Varco, piccola località del Comune di Eboli (SA). In mattinata di ieri 11 Novembre, mille marocchini sono stati sgomberati dalle forze dell’ordine (polizia, esercito e vigili del fuoco), dal ghetto dove da anni erano costretti a vivere. Tuttavia, il luogo, seppur nel degrado più assoluto, fungeva da fissa dimora per gli immigrati (i più, con regolare permesso di soggiorno) braccianti, impiegati nell’agricoltura dell’area. Trattati come moderni schiavi, espatriati dal Nord Africa per far fronte alla raccolta dei prodotti agricoli nostrani, che altrimenti marcirebbero nelle campagne; questi lavoratori costretti allo schiavismo, si ritroveranno da ieri mattina, a girovagare per strada. Malgrado il provvedimento predisposto dalla magistratura, per motivi di igiene e sicurezza pubblica (pare che la zona sia destinata alla costruzione di un grande centro commerciale) agli immigrati non è stato concesso nessun altro luogo dove poter alloggiare (a parte qualche piccolo gruppo, ospitato a Sicignano degli Alburni, su concessione del Sindaco della cittadina). E’ questo l’ennesimo episodio di inciviltà mascherata da giustizia sociale, con questo comportamento non si fa altro che scatenare una guerra tra poveri e questa soluzione amplifica il dramma umano di San Nicola Varco. Tuttavia sorge una domanda: se questi sfrattati e sfruttati avessero avuto diritto di voto, (perché quelli umani sono già stati calpestati) avrebbero ricevuto lo stesso trattamento?

 

Enzo Castaldi

Annunci

Posted in Attualità, Democrazia, Diritto, Economia, Politica, Roghi, Televisione | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Scomuniche e assoluzioni

Posted by BubbleGun su agosto 9, 2009


La Santa Chiesa perdona invece i leghisti e i cocainomani, coloro che spendono 12mila euro per una serata in Sardegna e coloro che dicono le bugie senza che gli debba crescere per forza il naso.. Coloro che picchiano gli immigrati e i medici che si rifiutano di somministrare la ru486, coloro che si organizzano in ronde senza l’olio santo, le veline(perchè è il mestiere più antico del mondo), e coloro che partono per le vacanze con il camper placcato in oro e lo yatch con il lampeggiante delle auto blu, tanto per farsi notare da Briatore e D’Alema in Sardegna, perchè siamo un paese di ricchi e narcisisti.

 

Enzo Castaldi

Posted in Attualità, Chiesa, Democrazia, Novità, Partitocrazia, Politica, Religione, Roghi, Satira | Contrassegnato da tag: , | 2 Comments »

Rettifica:

Posted by BubbleGun su luglio 6, 2009

Mi scuso con tutti i miei cari ed appassionati amici e lettori o semplici simpatizzanti, o anche con chi mi odia, per la prolungata assenza di articoli, ma cause di forza maggiore (esami e tesi) mi impongono assenza di pensiero e tempo.

Ritornerò presto e più agguerrito che mai, postando anche articoli da una rubrica di un periodico per cui scrivo, dal titolo “Soggiocando”.

 

Enzo Castaldi

Posted in Animali, Attualità, Calcio, Cappelli, Chiesa, Cinema, Clientelismo, Cultura, Democrazia, Diritto, Economia, Musica, Nato, Novità, Partitocrazia, Politica, Religione, Roghi, Ronde, Satira, Storia, Televisione | 1 Comment »

Democraziautopia e il riequilibrio di “Annozero”

Posted by BubbleGun su aprile 15, 2009

Un immediato riequilibrio relativo ai servizi andati in onda dall’Abruzzo giovedì scorso (in merito stanno anche progettando una macchina del tempo) e la sospensione del vignettista Vauro, per il disegno dedicato all’aumento delle cubature dei cimiteri per accogliere le vittime del sisma: si concretizza in questi termini l’intervento del vertice della Rai nei confronti di Michele Santoro, dopo la contestata puntata di Annozero sul terremoto.

 

 

Pensavo che in realtà i vari Santoro, Travaglio, Guzzanti e non ultimo Vauro, facessero comodo al governo secondo quella che è la teoria del conflitto di Lewis A. Coser:

 

“ Il conflitto ha sì la capacità di innescare un cambiamento, positivo o negativo, ma ha anche la capacità e il compito di mantenere la coesione all’interno del gruppo. Esistono conflitti interni ed esterni al gruppo, che possono mantenere la stabilità del gruppo stesso e aumentarne la coesione. Il conflitto esterno stabilisce un’identità di gruppo, delimitandone i confini e rafforzando la partecipazione dei membri, mentre il conflitto con altri gruppi definisce un confine e, entro a quel confine, il comportamento che i membri del gruppo devono tenere”.

Praticamente ai membri di un gruppo fa comodo avere chi gli rema contro dall’esterno, in quanto questo li fa sentire più uniti contro il nemico comune.

 

Tutte queste belle parole e teorie si sono rivelate solo ipotesi di pensiero, in questo caso l’obiettivo è l’eliminazione mentale dell’avversario o ipotetico tale (ammesso che ne esistano ancora).

L’ultimo grave attacco alla democrazia è compiuto (il prossimo sarà per il web fidatevi), negata la libertà di espressione e di pensiero alla stampa, gli ultimi giornalisti che avevano ancora il coraggio di parlare (vera o falsa che siano le tesi ma almeno controcorrente) stanno per essere, per l’ennesima volta accantonati.

Allora teniamoci i luoghi comuni, le interviste ai calciatori, e le uniche diatribe e presunte verità, risparmiamole per decidere se è giusto o sbagliato il comportamento di Corona e degli altri sfigati concorrenti dei reality, guai a sprecare anche una sola parola per altro, in tempi di crisi, è bene dosarle ed evitare inutili sprechi.

Vespa insegna.

 

E.C

Posted in Attualità, Cultura, Democrazia, Diritto, Economia, Novità, Partitocrazia, Politica, Roghi, Ronde, Satira, Storia, Televisione | Leave a Comment »

Niente più “ronde”, l’ira di Maroni

Posted by BubbleGun su aprile 9, 2009

ge21837ela-ronde-postersAlla fine pare che per il momento l’urgenza “ronde” sia stata accantonata.

Il Carroccio, che della sicurezza fa il suo tema forte (probabilmente ogni leghista amerebbe avere la sua ronda privata in camera mentre dorme), deve incassare, nella stessa giornata, il doppio stop alla Camera di due norme che considerava vitali: le ronde e la permanenza dei clandestini nei Cpt (centri professionali di torture). Le prime vengono stralciate dal decreto, la seconda viene cancellata grazie al voto di alcuni parlamentari della maggioranza che si schierano con l’opposizione. Troppo per Bossi e soci che danno libero sfogo alla rabbia e chiamano in causa il premier: “Berlusconi garantisca per le scelte di governo”. Gli emendamenti, che mirano alla soppressione dell’articolo 5 del decreto legge, che aumentava a 180 giorni il tempi di permanenza nei Cpt degli immigrati, passano con 232 voti a favore, 225 contrari e 12 astensioni.

Curioso il comportamento di alcuni “dipietristi” astenuti, ma una ragione c’è, molto probabilmente hanno frainteso le parole del loro leader, stranamente, in quanto il buon Di Pietro gode di una dialettica alquanto dantesca.

Anche diciassette parlamentari del Pdl votano con l’opposizione e il Carroccio insorge: “E’ un tradimento”, pronti già fondi extra da detrarre all’Abruzzo in quanto zona centrale, da investire per l’equipaggiamento armato delle “ronde leghiste”, in merito già contattati produttori di olio di ricino. Il ministro dell’Intero Roberto Maroni alza i toni: “Sono furibondo, piuttosto del vecchio metodo dell’olio, preferirei la “ruota”. Dal 26 aprile dovremo rimettere in libertà 1.038 clandestini” (tra questi anche dei cloni di Berlusconi di colore, i quali non possono essere ancora liberati) . Poi la secca chiamata in causa del premier: “Intervenga, serve il suo impegno per le scelte del governo. Per due volte le nostre iniziative sono state smentite dal voto dei franchi tiratori. Chiederò a Berlusconi di farlo lui il franco, perchè evidentemente io non riesco a farlo e lo ammetto, sono più portato per Ciccio. O ci riesce il presidente del consiglio o dovrò prendere atto che sull’immigrazione clandestina la maggioranza, o una parte di essa, non la pensa così severamente come la pensiamo noi”( quindi per gli eretici interni è invece pronto il “pendolo”). Ma le parole di Maroni non piacciono al Pdl. ronde-copia“Nessuno scagli la prima pietra, nessuno faccia il primo della classe, bisogna rimediare prima che sia troppo tardi, questo provvedimento è necessario” dice Ignazio La Russa – Semmai bisogna cercare di capire chi siano stati i 12 franchi tiratori e parlargli in separata sede. Piuttosto che lamentarsi bisogna adesso cercare di rimediare rimettendo in piedi l’inquisizione”.

 

E.C

Posted in Animali, Attualità, Cultura, Democrazia, Diritto, Novità, Partitocrazia, Politica, Religione, Roghi, Ronde, Satira, Storia | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nota

Posted by BubbleGun su marzo 29, 2009

Sto attualmente facendo ricerca tramite fonti letterarie ed internet, sulla carriera politica e non, di ministri, segretari e sottosegretari dell’attuale governo in carica, nonchè opposizione.

Chiunque sia interessato ad aiutarmi, con particolari che considera interessanti, mi contatti pure lasciandomi un messaggio qui.

E.C

Posted in Animali, Attualità, Calcio, Cappelli, Chiesa, Democrazia, Diritto, Economia, Politica, Religione, Roghi, Satira, Storia, Uncategorized | Leave a Comment »

Chi c’è, c’è. Chi non c’è, c’è. Manifesto dell’identità perduta

Posted by BubbleGun su marzo 21, 2009

maschera9xkUno spettro si aggira per l’Europa: lo spettro dell’identità. Tutte le potenze della vecchia Europa si sono coalizzate in una sacra caccia alle streghe contro questo spettro: il papa e i governi, il PDL e Alleanza Nazionale( i neofascisti e il popolo delle libertà), la Lega, gli immigrati, il Pd e persino Dio, radicali francesi, guardie del corpo di Carla Bruni, Biancaneve e il ministro Brunetta che si chiede a quale dei 7 nani rubare il posto, giusto per non esser considerato fannullone.

Dov’è il partito di opposizione che non sia stato bollato  identitario dai suoi avversari al governo, dove il partito di opposizione che non abbia ritorto l’infamante accusa di usare il preservativo sia contro gli esponenti più progressisti(evidentemente transessuali) dell’opposizione che contro i suoi avversari reazionari ( evidentemente omosessuali repressi)?

Di qui due conseguenze.

L’identità viene ormai riconosciuta da tutte le potenze europee come una potenza, tanto più che la produzione e vendita di manganelli per rivendicarla, si è quadruplicata (altro che crisi).

È gran tempo che gli esponenti del Vaticano, divulghino apertamente in tutto il mondo la loro prospettiva, i loro scopi, le loro tendenze(?), e oppongano allo spettro della crisi, una nuova marca adatta alle misure dei nani, e chissà che non si incentivi l’economia, risollevando la nazione.

(N.B ogni riferimento è puramente voluto e cercato)

Alla prossima puntata.

E.C

Posted in Animali, Chiesa, Politica, Religione, Roghi, Satira, Storia | Leave a Comment »

Le cause dei roghi, ovvero la teoria del freddo.

Posted by BubbleGun su marzo 20, 2009

La morte sul rogo è una forma di condanna capitale, utilizzata nei secoli passati in tutto il mondo. Il rogo è spesso associato ai condannati per stregoneria, eresia e di sodomia.

Il condannato veniva solitamente legato ad un palo, sotto ed intorno al quale venivano posti abbondanti fasci di legname a cui veniva dato fuoco. La morte sopraggiungeva per gravissime ustioni prodotte al corpo, se il fuoco era rapido, e per il successivo annerimento della carne fino a ridurre in cenere il martirizzato. Se il fuoco era lento, invece, prima che il fuoco potesse giungere a dilaniare le carni si poteva morire per asfissia oppure per arresto cardiocircolatorio, quindi l’orrore della bruciatura poteva far fuoriuscire tutto il sangue e morire quindi completamente dissanguati.

 

Tra le personalità di spicco giustiziate tramite questo supplizio possiamo ricordare Jacques de Molay (1314), Jan Hus (1415), Giovanna D’Arco (1431) e Giordano Bruno (1600).

 

 

giordano_bruno_rogo

 

Ebbene, la storia ci insegna che il medioevo nonché tardo-medioevo, fu epoca di regni incontaminati guidati da regimi assolutistici che tendevano ad incarnare il Sovrano in Dio, o eletto direttamente dall’Onnipotente, con il beneplacito quasi ovunque, della Santa Romana Chiesa.

 

Appare ovvio e scontato come l’onnipotente sovrano e la Santa, volessero il bene del popolo, in particolare nei freddi e rigidi inverni, ed ecco che in mancanza di legna da ardere (già, veniva tutta sequestrata per i roghi), e con le misere abitazioni di cui il popolo disponeva, la geniale trovata stava nel bruciare vivi e nudi i corpi di molteplici, richiamare il popolo ad assistervi e nutrirsi con il piacevole tepore che solo le carni bruciate di un eretico, potevano recare.

E.C

 

Posted in Politica, Roghi, Satira, Storia | Leave a Comment »