Potere Prostituente

Col rogo di Giordano Bruno, la gente ci si è riscaldata.

  • Blogroll

    • Corrias, Gomez, Travaglio
    • Duemilanovebattute
    • Il Pensiero Scomodo
    • La voce della Lega,  di Rag.Fantozzi
    • Liberazione
    • Partito Sociale

Posts Tagged ‘Famiglie italiane’

L’ “Utilizzatore finale”

Posted by BubbleGun su giugno 23, 2009

Che Quentin Tarantini fosse un noto regista e stagista reclutante pulzelle fascinose e dall’escort facile, si sapeva, che fosse uno dei ladroni crocifissi, meno. Infatti nel suo ultimo film “Bastardi senza gloria” ha impersonificato il ruolo della vittima, ma lo sforzo gli è valso, a quanto pare è in procinto di costruirsi un castello in pietra, tante di quelle che gliene hanno tirate (bella riconoscenza). Che il noto avvocato e legale e politico e sciatore (discesista) Niccolò Ghedini, fosse uno che legge, mi sorge nuova, ho sempre pensato fosse un milanese un po’ snob e con un accento nordico troppo marcato (infatti mi meraviglio che non sia biondo), molto spesso l’ho anche associato a un tenero cagnolino ai primi mesi di vita, tale che è la sua dolcezza e simpatia, ma la citazione del termine “Utilizzatore finale” narrando delle presunte vicende amorose nell’harem di Silvio patata Berlusconi, mostra chiaramente la sua attitudine per le storie fantasy in cui il potente Mago dai lunghi capelli grigi e dalla barba bianca, utilizza tutti i mezzi di magia in suo possesso per sconfiggere il nemico di turno. Che poi fosse un mercificatore di corpi ce n’eravamo accorti dalla sua postura e dalla sua macchina mercedes vecchio tipo. Che il Patata dopo gli innumerevoli proclami sulla famiglia tipo nucleare e gli innumerevoli fondi donati alle ragazze che non sono terremotate, avesse cambiato religione si sapeva, infatti nel suo studio personale giganteggia una foto di Maometto e sotto una copia del Corano placcata in oro, ricopiata passo dopo passo dall’originale, da Apicella, in dialetto napoletano; ma che fosse l’utilizzatore finale non se ne era reso conto, e pensare che il suo parrucchiere personale gli aveva suggerito di adottare un colore più scuro per la tintura (e di radersi ogni mattina).

 

Enzo Castaldi

Annunci

Posted in Animali, Attualità, Democrazia, Novità, Partitocrazia, Politica, Satira, Televisione | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Papi castoro, raccontaci una storia

Posted by BubbleGun su Mag 30, 2009

Ricordate uno dei più vecchi rimedi (ora c’è internet) per far addormentare gli impauriti o mai domi bimbi? Il caro buon libro delle favole. Alice nel paese delle meraviglie, Cappuccetto rosso, La bella addormentata nel bosco.. sono solo alcuni esempi di favole meravigliose che in quegli anni ci allietavano, il tutto reso magico e sereno dalla dolce voce dei nostri genitori, persone fidate. Il governo italiano, ben sensibile su questi temi, e da sempre attento alla felicità delle famiglie (si ricordino i tanti precari e cassintegrati, appunto perché i bambini hanno bisogno dei genitori al loro fianco), ha pensato bene di ripristinare le antiche usanze: ogni sera all’ora di cena la figura più sorridente, gioiosa e ben pettinata del popolo italiano, racconta puntualmente a reti unificate, favole atte ad allietare stavolta oltre ai bambini, anche gli adulti. “La crisi che non c’è”, “Veronica rossa e il magistrato cattivo”, “Noementola” e non ultima la favola della vacanza estiva promessa ai terremotati, dopo la gentile concessione delle fastose stanze nelle numerose case di sua proprietà, che ovviamente non sono le baracche blu dove ogni giorno si fa baldoria e campeggio. Nel frattempo si fa spazio nelle carceri, buttando fuori taluni e promuovendoli in qualche alta carica istituzionale, per far si che spunti un posticino per qualche magistrato rosso (di invidia) complice dell’orco cattivo che sbrana i bambini.

 

 

Enzo Castaldi

Posted in Attualità, Novità, Partitocrazia, Politica, Satira, Storia, Televisione, Terremoto Abruzzo | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »